Fontenergy S.r.l.
Via Puccini 48 09128 Cagliari
T./F.: 070 343037

Fontenergy Srl - Soluzioni Energetiche Alternative
Fontenergy S.r.l. - Soluzioni Energetiche Alternative  

Leggi News

04/06/2014 Dal 1° luglio al via la sperimentazione della tariffa D1, rivolta ai clienti domestici in bassa tensione che utilizzano pompe di calore elettriche

Dal 1° luglio p.v. verrà avviata la sperimentazione tariffaria su scala nazionale rivolta ai clienti domestici in bassa tensione che utilizzano pompe di calore elettriche come unico sistema di riscaldamento delle proprie abitazioni di residenza.

Si tratta, in pratica, di una tariffa fissa, che eliminerà la progressività del prezzo del kWh, riguardante prevalentemente le tariffe cosiddette “di maggior tutela” applicate a tutti gli utenti che ancora non sono transitati al mercato libero dell’energia.

A motivare l’avvio di questa tariffa sperimentale, che si chiamerà D1, vi è la spinta all’efficienza energetica, ottenibile, innanzi tutto, incentivando la diffusione degli impianti a pompa di calore, siano essi a espansione diretta (split o VRF) o idronici (aria/acqua o geotermici). Questi impianti consentono di ottenere notevoli risparmi energetici rispetto anche alle caldaie a condensazione più evolute.

Uno dei limiti che finora ha impedito la diffusione delle pompe di calore è stata proprio la progressività del costo del kWh, che comporta la moltiplicazione del costo dell’energia elettrica al superamento di determinate soglie, facilmente raggiungibili con l’utilizzo di queste tecnologie.

La tariffa D1 verrà avviata in via sperimentale, riservandola esclusivamente alle utenze domestiche, sia con contratti di maggior tutela, sia già transitati al mercato libero, fino a fine anno. Successivamente verrà avviata una nuova consultazione pubblica per verificarne la bontà.

È stato fissato un costo di circa 0,23 €/kWh, rispetto all’attuale progressione che va dai 0,10 €/kWh agli oltre 0,40 €/kWh.

Per accedere alla tariffa sperimentale D1 è stata semplificata al massimo la burocrazia.

Occorrerà esprimere per iscritto un’adesione volontaria al venditore con un modulo standard e con relativa documentazione di supporto. Per meglio comprendere di cosa si tratta riportiamo, come esempio, il link alla pagina di Enel Servizio Elettrico, in cui è possibile scaricare i moduli per l’adesione alla tariffa sperimentale D1.

Una volta presentata la richiesta, il venditore comunicherà al cliente la data di partenza della tariffa sperimentale D1, con una prima data possibile indicata, appunto, nel 1° luglio p.v.

Per accedere alla tariffa sperimentale D1 l’utente non subirà alcun onere, anche se dovrà farsi carico dell’eventuale cambio di potenza del contatore, se richiesto.

Coloro che aderiranno alla sperimentazione hanno comunque la garanzia di poter recedere in qualunque momento, con una semplice comunicazione al gestore, perdendo, però la possibilità di accedere nuovamente alla tariffa sperimentale D1, almeno nella prima fase di avvio.

La tariffa sperimentale D1 sarà riservata esclusivamente a coloro che potranno dimostrare di utilizzare le pompe di calore come unico impianto di riscaldamento domestico, ovvero, se sono presenti altri generatori di calore:
- questi devono svolgere mera funzione di integrazione della pompa di calore e sono alimentati da fonti rinnovabili (ad es. camino/stufa a legna/pellet, collettori solari termici)
- il loro utilizzo è meramente riservato a situazioni di emergenza (ad es. caldaie a gas/gasolio preesistenti all’installazione della pompa di calore), anche in considerazione del fatto che il sistema a pompa di calore deve risultare da solo in grado di coprire l’intero fabbisogno termico per riscaldamento dell’abitazione.

Non sarà necessario creare una seconda linea elettrica, ma si potrà utilizzare un unico contatore che alimenterà con la tariffa sperimentale D1 tutte le apparecchiature elettriche domestiche.

Cliccando qui è possibile scaricare il testo ufficiale della Deliberazione 8 maggio 2014 205/2014/R/EEL dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico, che avvia la sperimentazione della tariffa D1.